Primo Soccorso Aziendale con BLSD aggiuntivo: le nuove frontiere dei progetti di cardioprotezione aziendale.

Primo Soccorso Aziendale con BLSD aggiuntivo: le nuove frontiere dei progetti di cardioprotezione aziendale.

Primo Soccorso Aziendale con BLSD aggiuntivo: le nuove frontiere dei progetti di cardioprotezione aziendale.

Le nuove frontiere dei progetti di cardioprotezione si stanno focalizzando sull’ampliamento dei corsi di Primo Soccorso Aziendale al BLSD (Basic Life Support and Defibrillation), ovvero all’abilitazione all’uso del DAE (Defibrillatore Automatico Esterno). Questa evoluzione rappresenta un significativo passo avanti nella sicurezza e nel benessere dei dipendenti.

Il corso di Primo Soccorso Aziendale, previsto dalla norma 81/08, è stato tradizionalmente focalizzato sulle competenze di base necessarie per rispondere a emergenze mediche sul posto di lavoro. Con l’integrazione del corso BLSD, i dipendenti acquisiscono anche la capacità di utilizzare il defibrillatore, uno strumento vitale per intervenire in caso di arresto cardiaco.

 

Primo soccorso Aziendale e BLSD aggiuntivo

UNA COMBINAZIONE UTILE

Questa combinazione di corsi non solo risponde a un’incombenza normativa, ma si trasforma in un vero e proprio progetto di welfare aziendale. Fornendo ai dipendenti le competenze per intervenire efficacemente in situazioni di emergenza, le aziende dimostrano un impegno concreto per la salute e la sicurezza sul posto di lavoro.

Il beneficio di questa integrazione è duplice: da un lato, si garantisce una maggiore sicurezza in azienda, dall’altro, si promuove un ambiente di lavoro più sereno e consapevole. I dipendenti si sentono più protetti e preparati, sapendo che in caso di necessità c’è personale formato e in grado di intervenire rapidamente con strumenti adeguati.

 

 

 

 

DAE+ FORMAZIONE IN AZIENDA PER MAGGIORE SICUREZZA

10 VANTAGGI

  Questi i 10 vantaggi di una formazione integrata che nasce dalla integrazione dei corsi di Primo Soccorso Aziendale con il BLSD:

  1. Maggiore sicurezza sul lavoro: I dipendenti sono meglio preparati a gestire emergenze mediche, riducendo il rischio di incidenti gravi.
  2. Salvaguardia della vita: L’uso tempestivo del DAE può salvare vite umane in caso di arresto cardiaco improvviso, aumentando significativamente le probabilità di sopravvivenza.
  3. Conformità normativa: L’integrazione del corso BLSD soddisfa i requisiti della normativa 81/08, garantendo che l’azienda sia in regola con le leggi sulla sicurezza sul lavoro.
  4. Promozione del welfare aziendale: Questo approccio dimostra l’impegno dell’azienda verso il benessere dei dipendenti, migliorando la percezione dell’azienda come datore di lavoro attento e responsabile.
  5. Riduzione dello stress: Sapere che ci sono colleghi formati e pronti a intervenire in caso di emergenza crea un ambiente di lavoro più tranquillo e sicuro.
  6. Formazione completa: I dipendenti ricevono una formazione più ampia e completa, che li rende capaci di affrontare una varietà di situazioni di emergenza.
  7. Tempo di risposta rapido: La presenza di personale formato in BLSD consente di intervenire immediatamente, riducendo il tempo necessario per l’arrivo dei soccorsi esterni.
  8. Vantaggio competitivo: Un’azienda che investe nella sicurezza dei propri dipendenti può distinguersi positivamente rispetto ai concorrenti, attrarre talenti e migliorare la propria reputazione.
  9. Empowerment dei dipendenti: La formazione in BLSD conferisce ai dipendenti maggiore fiducia nelle proprie capacità di gestione delle emergenze, aumentando il loro senso di responsabilità e partecipazione.
  10. Integrazione di competenze: Unendo due corsi in uno, si ottimizzano tempo e risorse, rendendo la formazione più efficiente e meno onerosa per l’azienda e i dipendenti.

GIA’ NEL 2018 ERA UNA ESIGENZA SENTITA.

Correva l’anno 2018 quando un uomo illuminato di nome Sergio Iavicoli scrisse nella  PRESENTAZIONE del manuale dell’INAIL di

“Primo Soccorso nei Luoghi di lavoro”

una raccomandazione all’introduzione del DAE nel mondo del lavoro e nei corsi di Primo Soccorso Aziendale.

Allora il Dott. Sergio Iavicoli era il Direttore del Dipartimento di medicina, epidemiologia, igiene del lavoro e ambientale Dott. Sergio Iavicoli, e scriveva quello che il D.l.g. 116/2021 ha iniziato a introdurre.

Attualmente il Dott. Iavicoli è a capo della Ex Direzione generale della comunicazione e dei rapporti europei e internazionali.

 

 

Il suo testo del 2018 ancora oggi è attuale, e del quale riporto le prime righe:

“Nel manuale sono state introdotte anche nozioni utili per poter utilizzare il defibrillatore semiautomatico esterno (DAE). Predisporre delle misure di emergenza nei luoghi di lavoro che prevedano l’utilizzo del DAE in caso di necessità, conferisce un valore aggiunto per il sistema dell’emergenza aziendale, soprattutto in quegli ambienti di lavoro in cui lo sforzo fisico e lo stress psico-fisico sono particolarmente importanti o dove sono presenti fattori di rischio per arresto cardio-circolatorio (elettricità, presenza di gas, contatto con determinate sostanze come il monossido di carbonio), oppure nei luoghi isolati, dove è più difficile che il soccorso avanzato arrivi in tempo, come impianti di perforazione, cantieri di costruzione, piattaforme marine ecc. Sensibilizzare le imprese ad incrementare la presenza di DAE nei luoghi di lavoro potrebbe rivelarsi uno strumento importante per ottenere una copertura efficace del territorio ed incrementare la rete di accesso pubblico alla defibrillazione precoce, soprattutto nel caso di luoghi di transito e di permanenza di molte persone come centri commerciali, grandi supermercati, aeroporti, stazioni, impianti sportivi, uffici aperti al pubblico, scuole.

Negli ultimi anni, la normativa sull’utilizzo del DAE da parte di personale non sanitario, l’impegno degli operatori del 118 e delle associazioni di emergenza, insieme alle campagne di sensibilizzazione alla rianimazione cardiopolmonare sostenute dalla Unione Europea, hanno facilitato la diffusione delle manovre salvavita alla popolazione generale. Questo manuale contribuisce alla diffusione di questa cultura nei luoghi di lavoro, attraverso il trasferimento di buone pratiche organizzative e forma- tive dirette ad una gestione più operativa ed efficace dei sistemi di primo soccorso.

Sergio Iavicoli

Direttore del Dipartimento di medicina, epidemiologia, igiene del lavoro e ambientale

 

CONCLUSIONI

 

L’integrazione del corso di Primo Soccorso Aziendale con il BLSD rappresenta un significativo avanzamento nella protezione e nel benessere dei dipendenti. Questa combinazione non solo soddisfa i requisiti normativi, ma promuove anche un ambiente di lavoro più sicuro e sereno. Le aziende che adottano questa pratica dimostrano un forte impegno verso la salute dei propri lavoratori, offrendo loro strumenti vitali per affrontare le emergenze. Di conseguenza, si crea un vantaggio competitivo e si valorizza il welfare aziendale.

Per ricevere maggiori informazioni su come realizzare un progetto di cardioprotezione aziendale, per organizzare corsi per grandi aziende multisedi nazionali (anche con fondi interprofessionali a zerocosto per l’Azienda), come diventare Istruttore ed avviare un Sito di Formazione (accreditato al 118 regionale) con il nostro International Training Center “ Squicciarini Rescue” e sulla formazione del team di primo soccorso interno aziendale con rilascio di brevetti Internazionali, è possibile inviare una email o contattare:

 

Esperto presso la Presidenza del Consiglio dei Ministri per l’affidamento del servizio di Cardioprotezione
Coordinatore attività di formazione BLSD presso il Ministero della Salute

 

 

L’Autore:

Marco SQUICCIARINI, classe 1962, è un medico che da oltre 23 anni si occupa di divulgare le manovre salvavita in Italia (accreditato al 118) ed all’estero. E’ direttore sanitario di una rete (International Training Center SquicciarinI Rescue s.r.l.) di circa 500 medici ed infermieri Istruttori BLSD American Heart Association . Nominato nel 2023 medico esperto presso la Presidenza del Consiglio dei Ministri per l’affidamento del servizio di Cardioprotezione, dal 2020 è Coordinatore attività di formazione BLSD presso il Ministero della Salute.
Nel gennaio del 2004 ha fondato il primo sito (https://manovredisostruzionepediatriche.com) che insegna a proteggere un bambino in caso di soffocamento con materiale didattico approvato dall’istituto Superiore di Sanità, Ministero della Salute e fruibile da tutti.

 

L’International Training Center American Heart Association – Squicciarini Rescue s.r.l. è presente nel ME.PA (Acquisti in rete CONSIP) – Mercato della Pubblica Amministrazione con codice 244951

L’International Training Center American Heart Association – Squicciarini Rescue s.r.l. è presente nel ME.PA (Acquisti in rete CONSIP) – Mercato della Pubblica Amministrazione con codice 244951